Restyling sito web:Come rinnovare il sito in modo efficace.

Restyling sito web: Le verità nascoste

Il tuo sito non funziona! lo so

Se stai leggendo questo articolo è perchè hai un sito web che non ti soddisfa o che non traffica come dovrebbe.
Ti starai sicuramente interrogando sul motivo per cui questo accada. Eppure sai di aver seguito i consigli che ti hanno dato, oppure hai affidato il lavoro al webmaster-amico o alla super agenzia web.

 

Sito web che non funziona

Ma nulla! Soldi e tempo spesi ed il sito web non ti da i risultati sperati.
Purtroppo il sito non traffica e non ne capisci il motivo. Eppure ti hanno raccontato che basta “essere in internet” per fare i soldi.

Ecco che ora ti stai nuovamente interrogando su quali siano le formule magiche che ti permettano di rifare il sito e di ottenere i risultati sperati. Per questo sei arrivato su questa mia pagina.

Le formule magiche dei maghi del web

E’ inutile che cerchi le formule magiche. Semplicemente non esistono! Chiunque voglia venderti formule miracolose, ti sta fregando o portando via soldi per informazioni parziali che puoi trovare googolando.
Quindi cerca di non spendere i tuoi soldi in inutili ed improbabili scorciatoie.  Leggi fino in fondo questo articolo, ove ti racconterò come poter ottenere risultati con il tuo sito web, con due semplici parole:

STUDIO ed AZIONE.

Si! hai letto bene. Ci vuole tanto studio perchè le informazioni e le tecniche da conoscere sono tante ed azione perchè il sito va curato con costanza e dedizione.

Non hai questo tempo? allora hai solo due strade:
1) rinunciare e risparmiare soldi che avresti buttato via
2) assumere un professionista che segua il tuo sito al tuo posto

Pensaci bene.

Quindi nessuna formula magica o scorciatoie!

Sono 25 anni che lavoro nel web, dapprima come internet service provider, poi come sistemista, poi come sviluppatore web per poi, negli ultimi anni, occuparmi di consulenza per la crescita del business dei miei clienti in internet.

Ed una cosa so per certo. Nulla accade a caso ed i risultati si ottengono solo con il duro lavoro.

Ti racconto un aneddoto che ti sembrerà folle.

I primi domini che ho venduto, costavano oltre 6.000.000 di lire all’ anno. Una casella di posta elettronica nel 1996 costava 800.000 lire all’ anno.

Che prezzi dirai! già, vero. A quei tempi i siti internet si costruivano in html utilizzando i text editor semplici.

Il  webmaster era un istituzione, poichè, per essere tali, bisognava conoscere il codice html e poi il css a memoria e si scrivevano centinaia di righe di codice per ottenere una semplice pagina.
Tecnicamente si curava ogni singolo dettaglio, perchè bastava una riga di codice mal scritta, o un semplice “;” dimenticato per vedere la pagina non funzionare.

Oggi è tutto più semplice. Quasi non si programma più.

I prezzi dei domini sono scesi a pochissimi euro all’anno, gli hosting costano poche decine di euro all’anno.
I siti, apparentemente, li sanno fare in molti, anche famoso “cugino”, che spesso si richiama per indicare che si conosce una persona in grado di creare un sito web.

Perchè è così facile? Semplice! si utilizzano i principali CMS come, ad esempio, Wordpress e, senza conoscere una singola riga di codice, si produce un sito web con la stessa semplicità con cui si possa scrivere un documento di testo.

Ma è tutto qui? Oppure c’è una faccia della medaglia che molti ignorano?

Questo appiattimento dei prezzi e la facilità con cui si costruiscono i siti web, non porta alla domanda per cui sei qui?

Esattamente! te la ripropongo…

Perchè non ottengo risultati e cosa posso fare per rinnovare sito web e farlo funzionare?”

La risposta è disarmantemente semplice. Il fatto che i principali CMS, come WordPress e Joomla siano gratuiti, uniti all’ abbassamento ed appiattimento dei prezzi di domini ed hosting, ha portato tanti a cimentarsi nella costruzione di un sito web, senza però conoscerne i principi base e senza approfondire tutti gli argomenti tecnici necessari per poter costruire un sito in modo professionale e serio che possa portare il committente dello stesso a poter competere ed ottenere risultati.

Restyling sito: Conoscere prima i propri voti

Max, cosa c’entrano i voti con il mio sito web?
Giusta domanda. Devi sapere che esistono diversi strumenti di valutazione di un sito internet, i principali sono i seguenti:

PINGDOM
GTMATRIX

poi abbiamo l’ italianissimo tools di Host.it creato dal mio amico Marco Mangione

TOOLS by HOST.it

ed infine, quello che oggi sta diventando il più importante.

PAGESPEED di GOOGLE

Tutti questi strumenti, restituiscono un indice di valutazione del sito web.
Premetto che i risultati debbono essere interpretati in maniera sapiente e non in modo secco.

Posso però dire che tali strumenti, sono i primi che dovrebbero essere utilizzati, quando si ha un sito internet che non funziona per valutare se ci siano problemi.

Tutti questi strumenti restituiscono parametri qualitativi, quantitativi e di performance.

Tra questi parametri possiamo avere:

  • Performance Grade: Che rappresenta il voto complessivo delle performance del sito analizzato
  • Page size: il peso, espresso in Mbyte o Kbyte
  • Load Time: il tempo di caricamento pagina
  • Request: le richieste che il server che ospita il vostro sito riceve per poter far visualizzare la pagina

Il performance grade spesso viene rappresentato con voti all’ americana, ovvero con lettere che vanno dalla A alla F.

La scala di voto americana, la potrei sintetizzare in questo modo:

  • A = Eccellente
  • B =  Buono
  • C = Sufficiente
  • D = Insufficiente
  • F = Gravemente insufficiente

altri strumenti, indicano gli stessi parametri con voti espressi in centesimi.
Anche qui è facile l’ interpretazione. Un punteggio vicino al 100 è ottimo, mentre al contrario sotto il 50 è insufficiente.

Molti strumenti sono in grado anche di indicarti cosa correggere ed in che modo per innalzare il punteggio del tuo sito.
Gli strumenti di Google sono precisi e scendono nei minimi dettagli tecnici.
Avendo le necessarie competenze tecniche, solo seguendo quei suggerimenti, saresti in grado di effettuare un restyling del sito efficace.

Naturalmente la parte prettamente tecnica copre solo uno dei parametri. E’ necessario curare in modo puntuale anche la parte grafica.
Un restyling grafico ben fatto, permette di migliorare l’ usabilità di un sito e quindi l’ esperienza utente e la sua permanenza sulle tue pagine ( vedremo più aventi che questo è un parametro importante ).

Sappi che gran parte di chi si propone come webmaster ed è un improvvisato, non conosce minimamente come valutare un sito web e nè come correggere i relativi problemi.

Vuoi degli esempi di risultati pessimi di siti creati da sedicenti professionisti del web?

Pagina con peso alevato

in questo esempio potete vedere come il webmaster ha creato una home page che pesa ben 11.6 Mbyte con 149 richieste server che ottiene

un’ insufficienza.

Pagina lenta

in questo secondo caso, un cliente che ha acquistato una mia consulenza perchè ha perso gran parte della sua indicizzazione e del suo traffico in pochi mesi, dopo aver acquistato un restyling sito internet  da una nota agenzia web milanese.

Come puoi vedere i problemi sono molteplici. Peso pagina elevato, numero di richieste elevate ed un tempo di caricamento pessimo.

Quale utente attende 21 secondi per l’ apertura di una pagina? Nessuno!

ed ancora qui sotto un altro esempio di sito creato da uno dei tanti webmaster che si offre servizi di restyling siti web a poche centinaia di euro

Performance negative sito web

Qui di seguito quali dovrebbero essere, secondo Google i parametri corretti:

  • Tempo di caricamento: dovrebbe essere al massimo di 3 secondi
  • Richieste totali: dovrebbero essere comprese tra 80 e 100
  • Peso della pagina: non dovrebbe superare 1 Mbyte

Puoi leggere l’ articolo di Google qua.

Ecco invece alcuni risultati ottenuti dallo staff della mia It’s Genius

Sito performante max valle 3
Sito performante max valle 2
Sito performante max valle 1

In questi esempi di siti da noi gestiti, siamo partiti da risultati molto scadenti, ed abbiamo portato i siti web in condizione di poter essere performanti.
I tempi di caricamento sono abbondantemente sotto il secondo, grazie ai nostri server hosting performanti.
Le richieste server sono abbondantemente sotto le 80 e di conseguenza il grado di performance è ottimo.

Il webmaster, quello vero! colui che conosce il codice e sa come usarlo.

Hai dunque capito che esistono molte diversità tra chi ha un estrazione tecnica e sa programmare da chi “crea siti web” e si auto-proclama webmaster.

Il webmaster, quello vero, sa leggere un listato di codice come questo:

codice html
Se non lo sa fare, non affidargli il tuo sito web, probabilmente è un grafico o un’ altra figura che per passione ha studiato come usare un CMS come WordPress e si propone come webmaster.

Leggere il codice non è l’ unica caratteristica che deve avere un vero webmaster. Dovrebbe anche avere esperienza nella gestione dei server web, degli hosting ed avere almeno i rudimenti di come poter indicizzare un sito web sui motori di ricerca ( anche se la figura specializzata in questa attività non è il webmaster ).

Questo perchè spesso le ottimizzazioni necessarie a velocizzare ed ottimizzare un sito, passano per i parametri server da dover modificare.

Se ti accorgi che non ha questo know how. Lascia stare! Non fargli rifare il sito web.

Frequento, come contributore, i principali gruppi di discussione su Facebook, e credimi, è disarmante leggere, tutti i giorni, le domande che alcuni utenti pongono.
Ad esempio:

  • Quali hosting scegliere che costino poco (domanda pressochè presente tutti i giorni), anzichè sapere per primi che l’ hosting è uno dei parametri principali di un buon progetto web.
  • Quale plugin consigli per la tale funzione
  • Quale template comprare
  • Come risolvere problemi con il proprio hosting provider (denota assoluta inesperienza nel settore)
  • Come velocizzare il sito (mancanza di know how)
  • Come effettuare un backup di un sito ( fondamentale !)
  • Come far ottemperare il sito alle norme vigenti (oggi fondamentale per non incorrere in pesanti sanzioni)

ecc. ecc.
Sai quale è la cosa più deprimente? E che queste domande vengono poste da webmaster, o sedicenti tali, che stanno lavorando per conto di un cliente che gli ha affidato il proprio sito web.

Qualche giorno fa si è aperta una discussione, tra colleghi seri e di comprovata esperienza, sul perchè si è giunti a questo livello di inadeguatezza di servizio?
Le risposte sono state semplici:

  • La semplicità di accesso a CMS come WordPress che ha creato molteplici micro professionisti
  • I prezzi bassi che alcuni applicano che non permettono di far competere professionisti con improvvisati
  • Pochissima informazione data al cliente, che quindi non è in grado di scegliere
  • Totale mancanza di studio ed aggiornamento da parte dei sedicenti webmaster, che invece di prepararsi cercano la soluzione veloce sui gruppi Facebook o su Google.

Il cliente, come te, dal suo canto, se non ha le informazioni corrette, si fida e paga. Sbaglia e poi riprova con un’altra azienda.

Il professionista quali parametri considera quando deve rifare un sito web?

Come dicevo poco sopra, non esistono formule magiche, ma le giuste informazioni, studio e tanto lavoro.
Ho riassunto tutti i punti in questa immagine. Come conquistare Google, fasi tecniche:

 

Piramide sito web

Come tutte le piramidi che si rispettano, partiamo dalla base, ovvero quelle operazioni basilari da effettuare e da verificare:

  • DOMINIO e DNS: Google verifica l’ età di un dominio, la sua autorevolezza ed il suo focus. Oltre a questi parametri misura i tempi di risposta dei server DNS.
    Cose da NON fare: Evitate di comprare i vostri domini a caso o dove costano meno.
    Consiglio di Max Valle: Acquistate domini solo da società che vendono servizi performanti che vi possono garantire server Dns con tempi di risposta brevi.
    Spendere 5€/anno per registrare il dominio dal provider più economico anzichè spenderne 20€/anno, tecnicamente può fare la differenza.
    Sei disposto a perdere traffico per pochi euro all’ anno?

 

  • VELOCITA’ HOSTING e suo UPTIME: Oggi la scelta dell’ hosting è diventata fondamentale. Google misura le performance del server che ti ospita.
    Cose da NON fare: Scegliere un hosting provider economico.
    Consiglio di Max Valle: Acquistate solo servizi di hosting professionali. Evitate come la peste pacchetti hosting che costano poche decine di euro all’ anno.
    Il motivo è semplice. Più economico è il pacchetto, più il server dovrà essere riempito di utenti per portare a guadagno il provider e più utenti ci sono sul server e più le performance saranno basse.
    Performance hosting basse = penalizzazioni del sito. Scegli hosting che costino più di 100€/anno. Sotto questa cifra difficilmente potrai avere un servizio performante.
    Sei disposto a perdere traffico per pochi euro all’ anno?

 

  • VIRUS E MALWARE: Verifica costantemente il tuo sito. Tienilo aggiornato ed effettua delle scansioni alla ricerca di malware e virus.
    Cose da NON fare:  Non aggiornare costantemente il sito. Non installare un certificato SSL e non effettuare scansioni.
    Consiglio di Max Valle:  Prendere la buona abitudine di aggiornare, almeno con cadenza settimanale il proprio sito web, sopratutto se basato sui CMS.
    Installare sempre un certificato SSL ed attivare la politica di sicurezza HSTS ( Http Strict Transport Security ). Utilizzare strumenti di scansione del sito e verificare almeno mensilmente
    i permessi cartella del proprio hosting.

 

  • STATUS CODE DELLE PAGINE: E’ il codice di risposta che il server invia quando si richiede una pagina web. Una pagina correttamente servita restituisce il codice 200, mentre quando una pagina è inesistente restituisce un codice 404.
    Cose da NON fare:  Avere pagine che restituiscono codici di errore come il 404, 403 o il 500.
    Consiglio di Max Valle: Prendere la buona abitudine di verificare se ci siano pagine in errore e correggerle.

 

  • CODICE E STRUTTURA: Calcolare il rank del template e verificare che non ci siano blocchi dovuti al codice.
    Cose da NON fare:  Acquistare template a caso o usare template gratuiti senza averne verificato l’ efficacia
    Consiglio di Max Valle: Disegnarsi il proprio template dopo aver costruito una corretta struttura di navigazione. Non utilizzare troppi plugin o siftware di terze parti, senza averne verificato prima il codice.

 

  • INDICIZZABILITA’: Verificare il numero delle pagine che sono indicizzabili.
    Cose da NON fare:  Avere pagine non indicizzabili o con errori.
    Consiglio di Max Valle: Consultare costantemente la Search consolle di Google e quella di Bing per verificare gli errori di indicizzazione e correggerli nel più breve tempo possibile.

 

  • AUTOREVOLEZZA: Google premia i siti web che hanno autorevolezza.
    Cose da NON fare:  Non curare la propria autorevolezza sul web.
    Consiglio di Max Valle: Mettere in atto strategie di link building per aumentare la propria autorevolezza

 

  • CONTENUTO:> Google premia i siti che rispondono in modo completo e veloce alle ricerche dei propri utenti
    Cose da NON fare:  Non curare i contenuti del proprio sito e non aggiornarli costantemente
    Consiglio di Max Valle: Creare un piano editoriale serio e continuativo che permetta al tuo sito di crescere qualitativamente

 

  • LINKS: I motori di ricerca premiano i siti che curano la struttura interna dei propri link e che ricevano link da altri siti autorevoli
    Cose da NON fare:  Non curare la struttura di navigazione ed i link interni del proprio sito. Non comprare link esterni da siti poco autorevoli.
    Consiglio di Max Valle: Creare un piano di costruzione della propria link building che permette di crescere in modo naturale e costante.

Quali risultati si possono ottenere?

Spero tu abbia compreso come le attività da svolgere richiedano o un professionista serio oppure tanto studio e lavoro.
Come spesso dico, durante le mie consulenze, spesso è meglio non avere un sito internet, piuttosto che averne uno che funziona male.

Se decidi di essere presente, in modo professionale sul web, devi strutturarti in modo da poter curare, in modo costante il tuo sito, così come cureresti un negozio aperto al pubblico.

Leggendo questo articolo, spero, ti sia reso conto, che affidare a sedicenti webmaster, per pagare poco, un restyling di un sito web, sia un grave errore e lo è ancor più continuare a cambiare senza una precisa strategia operativa che tenga conto dei parametri qui sopra esposti.

Mi chiederai dunque se sia possibile ottenere risultati. La risposta è sicuramente si. Previo un lavoro di consulenza che esamini gli obiettivi che tu voglia raggiungere, la concorrenza e ti suggerisca le strade da percorrere con il giusto prezzo.

Qui di seguito voglio farti vedere un caso studio, di un cliente da me seguito:

Risultati marchetti

Questa è la crescita del suo sito, dopo il restyling ed il lavoro effettuato dal mio staff:

crescita marchetti

oppure in questo caso, in pochi giorni ( dal 27 Gennaio 2019 a ieri ), il mio staff ha portato questo sito web da zero a quasi 80 visite giorno

performance sito web

Se necessiti di una mia consulenza, puoi prenotarla seguendo questo link.

Max Valle

Max Valle

Doltre 20 anni, erogo consulenze per aziende che vogliono sviluppare il proprio business ed aumentare i clienti su internet, in modo serio e produttivo, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti.

Contattami per una prima consulenza gratuitaoppure chiama il mio NUMERO VERDE 800 180 440 per fissare un appuntamento.

Commenta

Max Valle

Doltre 20 anni, erogo consulenze per aziende che vogliono sviluppare il proprio business ed aumentare i clienti su internet, in modo serio e produttivo, utilizzando le ultime tecnologie e nel pieno rispetto delle normative vigenti.

Contattami per una prima consulenza gratuitaoppure chiama il mio NUMERO VERDE 800 180 440 per fissare un appuntamento.

Articoli Recenti

Seguimi