Il mio sito non compare su Google, cosa fare? Le cause e consigli per risolvere

il mio sito non compare su google

Il mio sito non compare su Google e non so il perché?

Questa è una delle domande più rivolte a webmaster ed esperti SEO, da chi ha creato un progetto web e non vede comparire le pagine sui motori di ricerca.

I motivi del perché il sito non appare su Google possono essere svariati, è necessario fare diverse valutazioni per individuare correttamente il problema.

È da premettere che creare un sito web (anche con Google Sites) e metterlo online non vuol dire che automaticamente questo compaia tra i risultati di ricerca, inoltre, se fosse stato appena pubblicato, potrebbe volerci del tempo prima che Google riesca ad analizzarlo.

Se invece, il sito è online da diversi mesi e le pagine non compaiono nei risultati della SERP o Google non indicizza più i nuovi post, allora è necessario approfondire e cercare di capire cosa fare per migliorare l’indicizzazione.

Un sito non indicizzato e non visibile nei risultati di Google, non acquisisce visibilità e non porta traffico. Se il sito è legato al tuo business, questo si traduce nella perdita di opportunità di crescita e, nei casi peggiori, al fallimento, soprattutto se l’attività opera esclusivamente online.

Nei prossimi paragrafi vedremo come risolvere se il sito non viene indicizzato e, quindi, non compare nei motori di ricerca.

Conoscere la differenza tra indicizzazione e posizionamento

Indicizzazione e posizionamento sono due cose diverse, conoscere la differenza è fondamentale per capire perché non un sito non si vede su Google.

Quello che bisogna capire è se il progetto web è totalmente assente dalle SERP per qualunque ricerca o se il problema riguarda solo alcune query. In questo caso può utile anche controllare Google Analytics per controllare i dati, le visite e altre statistiche utili a valutare la situazione.

Quando si parla di indicizzazione si fa riferimento al processo e alle azioni che permettono al crawler dei motori di ricerca di sapere dell’esistenza di un sito web e di inserirlo nell’indice.

Il posizionamento, invece, è la capacità di far trovare il sito su determinate parole chiave, in particolare, su quelle rilevanti per il settore di appartenenza e fondamentali per la crescita del business.

Prima di lavorare sul posizionamento SEO bisogna essere sicuri che gli spider ne abbiano rilevato la presenza e che sia indicizzato.

Se un sito non è indicizzato, non può nemmeno posizionarsi su Google o su altri motori di ricerca.

Il mio sito non compare su Google: come verificare l’indicizzazione?

Sei davvero sicuro che il sito non è presente in Google? Quello che devi fare è verificare l’indicizzazione, si tratta di un’operazione semplice.

Nella barra degli indirizzi del tuo browser digita site:https://www.tuosito.it, questo comando chiede a Google di mostrare dei risultati nel tuo dominio.

Se non ce ne sono, allora il problema c’è e il sito non è davvero visibile su Google, che non l’ha preso in considerazione e gli utenti non potranno vederlo.

Se ci sono alcune pagine tra i risultati ma non ricevi traffico, dovrai lavorare di più sul posizionamento.

Perché il mio sito web non è indicizzato su Google?

Dopo che ti sei accertato che il tuo è un problema di indicizzazione, ci sono alcune verifiche che devi fare per essere sicuro che il problema non sia legato a delle impostazioni errate.

Controlla la voce Visibilità ai motori di ricerca

Mi sto riferendo alla Search Engine Visibility, una voce che si trova all’interno delle impostazioni generali nella sezione Lettura e che se attivata, impedisce che il sito venga mostrato su Google.

Solitamente questa sezione viene spuntata quando ci si trova nella modalità manutenzione, durante la fase di costruzione del sito o del blog. Quando avviene la messa online, bisogna rimuovere la spunta che impedisce il passaggio degli spider.

Ad esempio, con i siti in Wordpress, alcuni plugin di manutenzione possono attivare automaticamente questa condizione, impedendo l’indicizzazione del sito. Una domanda frequente in questo caso è: “il mio sito Wordpress non appare su Google: come fare?”

Vuoi verificare se l’opzione è disattivata?

  • Vai sulla bacheca
  • Clicca su Impostazioni > Lettura
  • Scorri fino a Visibilità ai motori di ricerca

La voce “Scoraggia i motori di ricerca ad effettuare l’indicizzazione di questo sito” è attivata? In tal caso, disattivala subito perché è ciò che impedisce ai bot di Google di accedere al sito e indicizzarlo.

Verifica le impostazioni del robot.txt

Il robot.txt contiene delle istruzioni chiare per gli spider dei motori di ricerca. Ad esempio, è possibile indicare a quale spider permettere l’accesso e a quale no, oppure, bloccare l’indicizzazione di sezioni specifiche del sito.

Ad esempio:

User-agent: *

Disallow: /cartella_da_non_indicizzare/

Cosa vuol dire questo? Che tutti i crawler possono visualizzare il sito, ma è stata esclusa l’indicizzazione per quella cartella.

Se invece si utilizza:

User-agent: *

Disallow: /

Si sta negando l’indicizzazione dell’intero sito. Come vedi basta un semplice simbolo per bloccare completamente la visibilità sui motori di ricerca.

Puoi lavorare alla modifica del tuo file robot.txt dalla Google Search Console, oppure, dalla cartella di Root del sito all’interno dello spazio offerto dall’hosting da te scelto.

Assicurati che non siano presenti penalizzazioni

Se il tuo sito è online da un po’ e non è visibile, potrebbe essere stato penalizzato, questa condizione si verifica in caso di violazione delle linee guida di Google, in particolare, se ci sono state attività di spam o acquisizione illegittima di backlink.

Come sapere se il tuo sito è stato penalizzato? Google invia un messaggio in cui avvisa del problema e lo descrive dettagliatamente. 

Se riguarda l’intero sito, questo scomparirà dalla SERP, in alcuni casi potrebbe riguardare solo pagine specifiche.

Come risolvere?

All’interno del messaggio sono presenti anche le indicazioni per superare le criticità indicate che stanno portando alla penalizzazione. Dopo averli risolti, sarà possibile chiedere nuovamente l’indicizzazione dei contenuti. 

Se vuoi essere sicuro che tutto venga effettuato nel modo giusto, dovrai chiedere aiuto a un professionista che, con la sua esperienza e competenza, potrà risolvere qualsiasi problema e riportare su Google il tuo sito web.

Il mio sito non compare su Google: hai bisogno di aiuto? Contattami senza impegno.

Come far comparire il sito su Google velocizzando l’indicizzazione

Ci sono anche casi in cui il sito web non è stato ancora indicizzato perché online da pochi giorni. È importante fare una distinzione tra un sito web nuovo e uno online da molto tempo.

L’età del dominio non rientra nei fattori di ranking Google, ma se il sito è creato da pochi giorni o da diversi mesi, fa differenza.

Se il tuo sito è andato online da pochi giorni o, addirittura ore, è probabile che gli spider non siano ancora passati e non lo abbiano rilevato. Devi considerare che possono volerci anche fino a 10/15 giorni.

È comunque possibile fare una serie di azioni per rendere più veloce l’indicizzazione. Il tempo di scansione dei robot non è tantissimo, per cui più la struttura del tuo sito sarà semplice e più facilmente riusciranno a catalogarla.

Crea la Sitemap

La Sitemap contiene la mappa del sito, al suo interno c’è l’elenco di tutte le pagine che lo compongono. È fondamentale per avvantaggiare l’indicizzazione del sito o delle nuove pagine create.

Con questo documento Google riesce a comprendere la struttura del sito web e recepisce tutte le modifiche effettuate, è una delle azioni da fare per l’ottimizzazione SEO On-page.

Per generare una sitemap devi prima iscriverti nella Search Console e poi utilizzare un plugin come Google Sitemap XML o Yoast SEO.

Puoi controllare l’avvenuta creazione della sitemap digitando https://iltuosito.est/sitemap.xml nel browser.

Aggiungi manualmente l’URL del sito su Google

Se il tuo sito è nuovo puoi segnalarne la presenza utilizzando questo tool: https://www.google.it/intl/it/add_url.html. È uno strumento disponibile da tanti anni ed è ancora un servizio utile per velocizzare l’indicizzazione su Google.

Inoltre, se vuoi puoi anche segnalare il sito ad altri motori di ricerca alternativi come Bing, in questo caso, accedi agli Strumenti per Webmaster, un tool analogo alla Search Console, e invia l’URL del sito e la Sitemap.

Ottieni un link in ingresso da un sito molto autorevole

Un altro modo utile a segnalare la presenza del tuo nuovo sito web è quello di farlo linkare da una fonte autorevole, ancora meglio se si tratta di un portale che aggiorna con frequenza i contenuti.

Google passa quotidianamente su quel sito e visionando i link, troverà anche il tuo come nuova risorsa da aggiungere al suo database.

Questa operazione è positiva anche ai fini del posizionamento SEO, perché ottenere backlink e menzioni aiuta a dare un’ulteriore spinta al sito e scalare le posizioni nella SERP.

Ti ho illustrato alcuni dei motivi più frequenti per rispondere alla domanda: “il mio sito non compare su Google, perché?”, ma possono anche esserci altri problemi tecnici ed errori che impediscono l’indicizzazione.

Il tuo sito web è nuovo e hai seguito tutti i suggerimenti, ma non è ancora stato indicizzato? Oppure, il tuo progetto web è online da diverso tempo e improvvisamente non appare più su Google? Contattami per una consulenza SEO.

Max Valle
Vuoi un sito internet che si posizioni su GOOGLE e ti porti NUOVI CLIENTI?​

I siti internet che produciamo hanno come obiettivo il rispetto degli standard di GOOGLE ed il pieno RISPETTO DELLE NORMATIVE VIGENTI IN MATERIA per facilitarne il POSIZIONAMENTO SUI MOTORI DI RICERCA e poter così avere maggiori possibilità di ricevere traffico da convertire in CLIENTI.

CONTATTAMI SENZA IMPEGNO