Come diventare blogger: consigli per lavorare come professionista

Come diventare blogger

Come diventare blogger di successo? È una domanda molto frequente tra gli amanti della scrittura che desiderano trasformare la propria passione in un lavoro.

Sul web ci sono milioni di blog e la competizione è molto alta, ma con la giusta idea e l’impegno, è possibile emergere ed arrivare al successo.

Basta saper scrivere bene per diventare blogger famosi? Senza dubbio è un punto di partenza, ma se vuoi che il tuo blog diventi popolare, dovrai scrivere contenuti di valore e sapere come intercettare l’audience online.

Su cosa aprire un blog? Se vuoi diventare un blogger professionista non devi lasciare nulla al caso e all’improvvisazione, un progetto editoriale senza fondamenta è destinato a fallire.

È importante scegliere una nicchia attorno alla quale creare una community e condividere il tuo punto di vista sugli argomenti di interesse comune.

Il percorso per diventare blogger di successo è impegnativo, se vuoi aprire un blog e iniziare a monetizzare, devi essere consapevole della potenza delle parole e degli strumenti a disposizione per spingere il progetto sul web.

In questa guida ti darò alcuni consigli utili da cui partire per aprire un blog e avviare la tua carriera di blogger professionista.

Cosa bisogna sapere prima di aprire un blog?

Esistono due tipologie principali di blog, sapere quali sono e conoscerne le differenze, ti permetterà di impostare meglio il tuo lavoro da blogger.

Iniziamo dal blog personale, una sorta di diario online in cui il blogger pubblica estratti della propria quotidianità, condivide momenti importanti di vita, diffonde idee e consigli.

Sono tanti i blogger famosi che hanno iniziato la propria carriera scrivendo contenuti sul proprio blog personale, l’esempio più rilevante è sicuramente quello di Chiara Ferragni, la fashion blogger più celebre d’Italia.

C’è poi il blog informativo, un progetto web focalizzato su un argomento specifico, trattato e approfondito attraverso articoli, guide, materiale visual e tutorial.

Ad esempio, un blog dedicato all’informatica in cui vengono pubblicati contenuti di settore, novità, aggiornamenti e guide pratiche per risolvere i problemi più comuni.

Indipendentemente dalla tipologia di blog che decidi di aprire, devi sapere che l’acquisizione di traffico avviene tramite motori di ricerca e, in parte, coi social network.

È quindi fondamentale conoscere le dinamiche della SEO dei contenuti e le best practices da seguire affinché il tuo blog si posizioni e ottenga visite.

Nei prossimi paragrafi approfondiremo anche questo aspetto che, al di là della scrittura, è importante conoscere se vuoi che il blog diventi visibile al tuo pubblico online.

Come diventare blogger professionista

Aprire un blog per guadagnare, è questo l’obiettivo principale di chi vuole trasformare la scrittura in una fonte di reddito.

Il blogger di successo si distingue per la sua professionalità, studia, pianifica, crea, investe nella propria formazione e cerca di offrire contenuti di valore.

Quasi tutti i blogger professionisti hanno iniziato aprendo un blog amatoriale in cui sperimentare diverse forme comunicative e sistemi di gestione editoriale, per poi avviare un progetto professionale.

Cosa devi fare se vuoi iniziare a fare sul serio? Ecco alcuni step fondamentali per avviare il tuo percorso di blogger.

1.Scegli la tua nicchia

Individua un argomento per il tuo blog che sia profittevole e che unisca le tue passioni alle tue competenze.

Essere un blogger di successo vuol dire realizzare un progetto in grado di fornire informazioni e risorse di valore su un determinato tema.

Non devi improvvisare, se non sei particolarmente formato su un argomento, studialo. Devi sempre conoscere ciò che scrivi e trasmettere passione e competenza, il tuo pubblico deve riconoscerti come una fonte autorevole ed esperta.

Cosa vuoi diventare?

  • Fashion blogger
  • Food blogger
  • Travel blogger
  • Beauty blogger
  • Wellness blogger
  • Business blogger
  • Geek blogger

Queste sono solo alcune delle nicchie più diffuse, parti dalla macro area e poi decidi su quale argomento scrivere.

Secondo IONOS, esistono più di 500 milioni di blog sul web, se vuoi emergere e attrarre l’attenzione del pubblico devi specializzarti il più possibile e trovare il modo di differenziarti da tutti gli altri blogger.

2.Apri il blog

Individuata la nicchia, dovrai procedere alla creazione vera e propria del blog, che sarà lo spazio dove pubblicherai i tuoi articoli ed interagirai col pubblico.

Non sai da dove partire? La soluzione migliore è quella di affidarti a dei professionisti del settore che si occuperanno di tutti gli aspetti tecnici relativi alla creazione del blog.

Devi sapere che oltre il 43,1% dei siti web e blog utilizzano Wordpress come sistema di gestione dei contenuti. 

Si tratta di un CMS open source con il quale puoi pubblicare articoli in autonomia, programmare il calendario editoriale e integrare funzionalità aggiuntive per rendere il tuo blog più completo e accattivante.

Vuoi avere il tuo blog professionale già pronto su cui pubblicare il lavoro editoriale? Posso aiutarti, scopri il mio servizio di creazione siti web Wordpress.

Preferisci fare da solo? Puoi farlo ma ricorda che è fondamentale avere una piattaforma ben costruita a supporto del tuo lavoro di blogger. 

Il blog deve essere perfettamente funzionante, ottimizzato per i dispositivi mobili, veloce nel caricamento delle pagine e avere un’impostazione che offra la miglior esperienza utente.

Un risultato ottenibile solo grazie al supporto di web master e web designer specializzati. Iniziare il tuo percorso affidandoti alla professionalità altrui è il miglior modo per creare la tua carriera di blogger professionista.

Cosa devi fare per aprire il blog in autonomia?

  • Comprare un dominio
  • Acquistare l’hosting
  • Scegliere il CMS
  • Applicare una grafica
  • Lavorare alle impostazioni generali del blog

La configurazione iniziale del blog richiede tempo, inoltre, devi mettere in conto anche gli eventuali problemi tecnici che potresti riscontrare durante la creazione e la fase di gestione successiva.

Se non ti senti sicuro di voler gestire tutto questo da solo, contattami ora.

3.Crea i contenuti per il blog

È senza dubbio la parte più importante per chi vuole lavorare come blogger, quella su cui dovrai focalizzare tutta la tua passione e bravura nella scrittura.

In precedenza ho detto che un blogger professionista studia, pianifica e crea il suo progetto editoriale ed è quello che dovrai fare anche tu se vuoi che il tuo blog raggiunga il successo.

1.Trova un argomento principale

Hai individuato la nicchia, ma ora devi decidere su quale argomento specifico proporti come esperto. 

Ovviamente, accertati che ci sia un pubblico sufficientemente interessato al tema che vuoi trattare, anche se nella maggior parte dei casi non troverai difficoltà.

Hai scelto di proporti come food blogger? Potresti incentrare il tuo blog sulla cucina vegana, oppure, su quella per celiaci proponendo ricette gluten free e consigli per chi deve seguire un regime alimentare privo di glutine.

Trovato l’argomento principale ti sarà molto più semplice passare alla fase successiva, e cioè quella relativa alla pianificazione e all’organizzazione dei contenuti.

2.Crea un piano editoriale

Il piano editoriale serve a gestire i contenuti in modo ordinato, è un documento che ti aiuta a capire cosa pubblicare e come farlo.

È un buon metodo per guidare la pubblicazione degli articoli tramite delle regole flessibili che tengono conto di tutta l’analisi effettuata nella fase preliminare dello studio degli argomenti.

Ti permette di avere uno schema preciso da seguire per raggiungere i tuoi obiettivi periodici. Non è un documento statico ma una mappa in continua evoluzione, che deve essere arricchita e migliorata tenendo conto dei trend del momento, dei SEO tool che ti aiutano a capire quali sono le parole chiave più ricercate su Google per una specifico tema e le ultime novità del settore.

Con un documento organizzato puoi, in qualunque momento, decidere di cambiare direzione editoriale e modificare i contenuti già pubblicati, il tutto ottimizzando il tempo di gestione del blog.

Non sai come creare e organizzare il piano editoriale del tuo blog? 

Scopri il servizio di creazione piano editoriale oppure, prenota una consulenza con me, posso aiutarti a riorganizzare le idee e a impostare correttamente il tuo piano di lavoro.

3.Realizza un calendario editoriale

È importante avere un piano editoriale di contenuti da pubblicare, ma lo è altrettanto sapere quando e dove pubblicare.

Il calendario editoriale viene utilizzato da blogger, copywriter e altri professionisti web della scrittura, per organizzare le pubblicazioni su blog e altre piattaforme come profili social e siti web.

Devi decidere la frequenza di pubblicazione degli articoli da proporre alla tua community, ad esempio, puoi pianificare giorni e orari in cui scrivere un nuovo post sul blog.

Se gestisci anche dei profili social legati al tuo lavoro da blogger, organizza anche quelle pubblicazioni, differenziando il calendario in base alle diverse piattaforme in uso.

Non far passare troppo tempo tra un articolo e l’altro, fai alcuni test e valuta qual è il numero ideale di contenuti da proporre su base mensile o settimanale.

Per un blog professionale, di base dovrebbero esserci almeno 4 pubblicazioni al mese, con il rilascio di un contenuto a settimana.

4.Promuovi il tuo blog

Se vuoi diventare un blogger di successo, non ti basta scrivere bene e pubblicare periodicamente contenuti, il tuo obiettivo è ottenere traffico e creare una community.

La visibilità del blog è essenziale se vuoi che il tuo lavoro da blogger porti a risultati concreti come la monetizzazione.

Ci sono diversi strumenti di digital marketing che possono aiutarti a promuovere efficacemente il tuo blog, vediamone alcuni.

1.SEO

La SEO aiuta il tuo blog a posizionarsi sui motori di ricerca e ad acquisire visibilità. Scrivere contenuti ottimizzati basati su un’accurata keywords research ti permette di intercettare più facilmente gli intenti di ricerca della tua audience e di proporre articoli d’interesse e ben approfonditi.

Le attività SEO sono molteplici e hanno l’obiettivo comune di spingere il tuo blog all’interno delle SERP e veicolare traffico organico.  

Quest’ultimo ha un grande valore, perché gli utenti che arrivano sul tuo contenuto sono persone che stanno cercando l’argomento che hai trattato, per risolvere un problema o trovare risposte a delle necessità.

Vuoi saperne di più? Scopri i servizi SEO.

2.Social media marketing

La promozione tramite canali social può aiutarti a raggiungere altro pubblico. Facebook, Instagram, Twitter e altre piattaforme, possono contribuire a rendere il tuo blog più visibile e i contenuti virali.

Sempre più persone utilizzano i social per informarsi e trovare risorse. Pubblica i contenuti del tuo blog e sfrutta la potenza della condivisione per aumentare la portata e arrivare a un numero maggiore di persone.

Tutti i social network sono adatti a diffondere i contenuti del tuo blog? In realtà no, in base alla nicchia da te scelta e al tipo di contenuto proposto, alcune piattaforme social potrebbero essere più efficaci di altre. 

Fai dei test e misura il livello di coinvolgimento del pubblico sui post pubblicati utilizzando gli strumenti di insights messi a disposizione dai vari social.

3.E-mail marketing

Hai inserito un modulo di iscrizione alla newsletter all’interno del tuo blog? Bene, perché non sfruttarla per tenere sempre aggiornati i tuoi utenti inviando periodicamente nuovi contenuti?

Tramite questo strumento di promozione puoi creare delle newsletter in cui inserire, ad esempio, gli articoli più letti dalla community o le ultime novità su un argomento.

Puoi informali in anteprima, ma anche tenere vivo il loro interesse e spingerli a tornare sul tuo blog.

4.Guest blogging

È la promozione del blog attraverso la pubblicazione di contenuti su altri siti che riportano il link del tuo. Scegli portali in linea con la tua nicchia e seleziona quelli che hanno un buon traffico.

Più è grande la loro community e maggiori potrebbero essere le visite che riceverai dal guest post pubblicato.

Inoltre, questa attività è importante anche a livello SEO, vuoi sapere perché? Leggi cos’è la link building.

Questi ed altri strumenti di web marketing, se usati costruendo una strategia ad hoc, ti permettono di raggiungere risultati concreti in termini di visibilità e conversione.

Non sai come realizzare una strategia efficace? Prenota una consulenza di digital marketing.

Studi, formazione ed esperienze per avviare la carriera di blogger professionista

Chiunque può aprire un blog gratuito e iniziare a condividere i propri contenuti, non tutti però possono diventare dei blogger professionisti senza un’adeguata formazione e preparazione.

Se il tuo obiettivo è quello di lavorare come blogger e trasformare il tuo blog in una fonte di reddito, dovrai acquisire tutte le competenze necessarie per rendere la tua passione per la scrittura, qualcosa più di un semplice hobby.

Fino ad ora ti ho spiegato tutto quello che devi fare per creare il tuo blog e gestirlo in modo professionale. Sapere cosa fare però non vuol dire farlo sicuramente bene.

Lo studio, la formazione e l’esperienza sono quindi fondamentali se vuoi lavorare seriamente come blogger e iniziare a guadagnare dal tuo lavoro.

1.Cosa studiare per diventare blogger?

Non esiste un percorso di studi specifico per diventare blogger, ma alcune lauree sono utili per avere una base di partenza e delle nozioni che ti serviranno per emergere nel mondo del blogging.

Puoi iscriverti al corso di laurea in Scienze della Comunicazione e conseguire la specializzazione in marketing.

In alternativa, vanno bene anche altre discipline umanistiche che ti permettono di sviluppare eccellenti capacità di espressione nella forma scritta.

Tuttavia, non ci sono regole ferree e questi percorsi di laurea non sono un requisito vincolante per iniziare a lavorare come blogger.

Puoi farlo anche con un diploma, la cosa importante è studiare tanto, leggere blog di settore, documentarsi sulle novità, osservare cosa fanno i blogger competitor e allenarsi con la scrittura.

Inoltre, puoi seguire dei corsi di web marketing e di SEO copywriting per imparare la scrittura ottimizzata per i motori di ricerca e, soprattutto, metterti in gioco facendo esperienza sul campo.

2.Come fare esperienza da blogger professionista?

Senza dubbio partire da un tuo progetto personale è un buon modo per iniziare il tuo percorso da blogger professionista, ma è sufficiente? No.

Se vuoi diventare un blogger competente e arrivare al successo devi fare la gavetta, scrivere e lavorare per gli altri.  

Cerca di fare esperienza in una web agency o in un’agenzia di comunicazione e apprendi tutte le dinamiche che ruotano intorno alla scrittura e al web marketing.

Questo ti sarà utile per aumentare le tue competenze nella scrittura e nella promozione web, inizierai a guadagnare dal tuo lavoro di blogger e acquisirai nozioni utili da applicare al tuo blog personale per farlo crescere.

Come guadagna un blogger?

Le prospettive di guadagno di un blogger sono molteplici, alcune sono legate direttamente al proprio blog, altre al lavoro che come professionista svolge per gli altri.

Puoi guadagnare inserendo banner pubblicitari all’interno degli articoli che pubblichi sul tuo blog, come quelli di Google Adsense che ti permettono di monetizzare tramite visualizzazioni o clic sugli annunci.

Se il blog ha raggiunto un buon volume di traffico puoi pensare di vendere spazi pubblicitari ad altri siti di settore che vogliono farsi conoscere e sfruttare la visibilità altrui per ottenere nuove visite.

Un altro sistema è quello di inserire prodotti e/o servizi legati a programmi di affiliazione che ti consentono di ottenere una percentuale sul venduto. 

Uno dei più famosi è Amazon, ma ci sono tante altre alternative. È un buon modo per avere una rendita passiva.

Altra fonte di guadagno per un blogger è la vendita di post sponsorizzati o recensioni di prodotti e servizi sotto compenso corrisposto da un’azienda, da un brand o da un professionista.

Puoi scegliere solo quelli che ritieni in linea con la tua nicchia e, alcune volte, puoi inviare tu la proposta economica per pubblicare la sponsorizzazione sul tuo blog.

Infine, come anticipato nel paragrafo precedente, un blogger professionista può guadagnare lavorando per gli altri.

Puoi aprire partita IVA e lavorare come blogger freelance, oppure, farti assumere all’interno di una realtà aziendale e portare avanti la tua carriera di blogger professionista da dipendente.

Quanto guadagna un blogger?

Stabilire il guadagno di un blogger è difficile, perché influenzato da numerosi fattori, ti riporto alcuni dati che possono aiutarti ad avere un’idea.

Il sito ZipRecruiter indica che il guadagno medio di un blogger è pari a 45.000€, con uno stipendio medio su base annua di circa 38.000€.

Ci sono poi delle indicazioni di reddito medio per nicchia, ad esempio, sempre secondo il sito, un travel blogger guadagna all’anno circa 63.172€; un food blogger 41.058€ e un fashion blogger tra i 32.000 e i 37.500€.

Ovviamente, non è detto che lavorando come blogger tu abbia la certezza di ottenere questi stipendi.

In base al lavoro e all’impegno, potresti anche guadagnare di più, ma nei primi mesi, è molto probabile che gli introiti saranno abbastanza contenuti.

La carriera di blogger professionista è un business e come tale va avviato con consapevolezza e attraverso una strategia ben definita.

Se vuoi aprire un blog, lavorare come blogger professionista e arrivare al successo, non dovrai lasciare niente al caso.Contattami senza impegno, posso aiutarti a costruire efficacemente il tuo business, supportarti nella creazione del blog e nella sua promozione efficace sul web.