tematizzare

“Perchè il tuo blog è sempre ai primi posti in Google?” Questa è la domanda che, periodicamente, alcuni utenti del TagliaBlog mi pongono via email. Io tendo sempre a partire con una premessa piuttosto lunga: “Non è facile rispondere” esordisco “è una alchimia di tante tecniche e tattiche” ed inizio a parlare di quel poco che so di SEO, SMO, web marketing e roba simile. Ma ieri sono stato messo alle strette da una domanda secca:

“Fra tutte le tecniche di posizionamento testate sul tuo blog, quale ritieni sia stata quella vincente?”

Tematizzare

Si, questa è la parola magica: tematizzare. Facciamo però prima un passo indietro. La domanda “Perché il tuo blog è sempre ai primi posti in Google?” nasce di per sé sbagliata: il TagliaBlog NON è sempre in alto nelle SERP di Google, è semmai ai vertici per alcune specifiche parole chiave in una determinata area tematica. Come mai è successo?

Perchè dei 500 e più post sino ad oggi scritti in un paio d’anni, almeno il 90% tratta di SEO, SEM, web marketing, motori di ricerca, advertising/affiliazioni, blogging e make money online. Di conseguenza, i link in ingresso (che il blog ha pian piano raccolto) e quelli in uscita sono praticamente sempre da/verso siti/blog del settore. Significa che col tempo i motori di ricerca hanno imparato a conoscere il TagliaBlog e a categorizzarlo in quell’ambito.

Ecco perchè è estremamente importante tematizzare il proprio blog all’interno di un’area ben circoscritta: perchè se per anni trattiamo di un unico tema (con eventuali digressioni in aree limitrofe), Google prima o poi si accorge che siamo “autorevoli” in quel settore, ci appiccica un “bollino di qualità” e ci premia nelle SERP. Ed ecco anche perchè i blog che parlano “di tutto un pò” hanno vita molto molto dura nei motori.

Conclusione

  • Scegliete un tema che conoscete bene.
  • Scegliete un tema del quale siete competenti o esperti.
  • Scegliete un tema che vi piace, del quale leggete spesso, sul quale amate tenervi informati.

E su quel tema, e solo su quello, iniziate a scrivere 🙂