Brand positioning statement: cos’è e come si realizza

Il brand positioning statement è una dichiarazione con la quale spieghi quali sono le caratteristiche del tuo brand, a chi ti rivolgi e con quale approccio, al fine di mantenere gli sforzi di marketing ben focalizzati e allineati verso gli obiettivi da raggiungere. 

In altri termini, scrivere una dichiarazione sul posizionamento del marchio ti aiuterà a definire il tipo di azienda che desideri costruire, e fornire alle leve della tua strategia di marketing una voce più uniforme e coerente. 

Brand positioning statement: cos’è e come funziona

La costruzione di una brand positioning statement o dichiarazione del posizionamento del marchio è alla base della strategia che dovrai attuare per perseguire obiettivi utili al tuo business e al suo sviluppo nel mercato d’interesse. 

Quando mi occupo di offrire la mia consulenza alle aziende e professionisti che vogliono creare un brand forte e distintivo, cerco di capire e costruire successivamente il giusto: brand positioning statement, attraverso la raccolta di dati importanti che possano poi servire per capire come differenziare il marchio dalla concorrenza. 

Una dichiarazione di posizionamento del marketing alla base della sua costruzione richiede, attraverso un’attenta ricerca e analisi, la delineazione del: 

  • Nome dell’azienda, brand, marchio o professionista intorno al quale creare la strategia 
  • Una definizione precisa di cosa fa, produce, quali servizi offre l’azienda, il marchio o il professionista 
  • Quali sono i punti di forza del marchio 
  • Che cosa differenzia il proprio brand rispetto alla concorrenza 
  • In che modo il prodotto o servizio offerto risponde a un bisogno, interesse, necessità dell’utente in target 

Grazie a un brain storming iniziale è possibile capire come rispondere al meglio a tutti questi parametri, che saranno poi la base per la creazione di una brand positioning statement e della relativa strategia di posizionamento del marchio. 

Come creare la giusta dichiarazione di posizionamento del brand 

Quando si crea una brand positioning statement, come abbiamo visto, è necessario fare attenzione a diversi particolari che vanno dal nome del brand, allo studio del target, della concorrenza e alla ricerca dell’elemento differenziante. 

Se non hai ancora un nome per il tuo marchio, il primo passo da seguire è sicuramente quello di studiare un accurato naming. Il nome è importantissimo, non solo perché in futuro può diventare un marchio registrato, in modo tale da non essere utilizzato da nessun altro, ma è anche il primo passo per identificare il brand. 

Quindi, a meno che non si sia dei professionisti in un settore specifico e quindi si vuole fare del proprio nome un brand, è necessario lavorare al giusto naming per il marchio. Proprio dal nome parte poi l’intero processo di posizionamento del brand. 

Dopo aver assodato la questione del “nome”, se non esiste o se non era propriamente funzionale alla tua attività, bisogna passare all’analisi dell’azienda. 

Avere una visione chiara di: cosa offri ai clienti, qual è la mission aziendale, quali sono i prodotti e servizi della tua attività ecc…è necessario al fine di creare una strategia mirata che non confonda l’utente. Focalizzarsi al meglio sulla verticalizzazione della propria attività è una strategia necessaria per avere poi una brand positioning in un specifico asset di riferimento. 

Il terzo passo è l’analisi del target e della concorrenza. Analizzando al meglio la concorrenza, che presenti prodotti simili o uguali ai tuoi, puoi riuscire a capire come creare o sfruttare (se già presente) l’elemento differenziante che permetterà al tuo brand di distinguersi sul mercato. Avere un elemento diversificante è essenziale per non essere solo uno dei tanti marchi ad offrire un determinato prodotto o servizio. 

L’analisi del target, invece, serve per capire come proporre i prodotti e servizi offerti a potenziali clienti interessati. Questo studio permette di studiare sia il giusto approccio al cliente sia come riuscire a far trasparire ciò che il brand può fare per lui, quindi a definire i benefici che può ottenere rivolgendosi al tuo marchio invece che a quello di un diretto concorrente. 

Ora che è stata delineata al meglio la tua brand positioning statement, adesso ci si può dedicare alla creazione di una strategia mirata. Con queste linee guida, si possono fissare i giusti obiettivi da raggiungere nel corso del tempo attraverso un attento progetto per la brand positioning. 

Stai avviando un’azienda, un brand oppure vuoi rafforzare il tuo marchio nel mercato di riferimento? Se hai bisogno di aiuto nel creare la giusta brand positioning, posso aiutarti! Contattami per una consulenza e scopri come realizzare una strategia che ti permetta di posizionare al meglio il tuo marchio sul mercato

Logo

Logo