Tik Tok: cos’è e perché è importante usarlo in azienda

tik tok marketing

Tik Tok è il social network più amato dai teenager, e non solo. Un’app dal successo travolgente che rischia di oscurare social network ritenuti intoccabili come Instagram e Facebook.

Tik Tok è il social network dei video brevi.

Permette di condividere video che vanno dai 15 ai 60 secondi, autoprodotti per lo più con l’app installata sullo smartphone, sfruttando le funzioni di sincronia musicale, sincronia labiale ed i molteplici effetti video, sonori e filtri su immagini.

In pratica un piccolo studio audio-video messo a disposizione di chi ha installato l’App Tik Tok per sfruttare la propria creatività e divertimento.

Il suo successo è planetario e conseguentemente diventa interessante capire come poter sfruttare questa piattaforma per poter effettuare azioni di marketing.

I numeri di Tik Tok

Tik Tok è attualmente la seconda applicazione più scaricata al Mondo, dopo WhatsApp e la prima assoluta sull’App Store di Apple.

top apps worldwide october 2019 downloads 1024x610
Download Tit Tok

A novembre 2019 l’applicazione Tik Tok ha raggiunto il ragguardevole numero di 1,5 Miliardi di Download.

E’ passata da fenomeno del momento a piattaforma con la più importante crescita di sempre, superando, in termini di velocità di crescita, Facebook ed Instagram.

Basti pensare che l’applicazione Tik Tok ha impiegato soltanto 7 mesi per passare da 500 milioni di installazioni al miliardo di installazioni globali.

tiktok global downloads by quarter 1024x678
la crescita numerica dei download di Tik Tok

Prima di capire perché quest’app è essenziale per formulare una strategia digitale dedicata ai più giovani e non solo, vediamo di capirne il funzionamento.

Tik Tok come funziona e come condividere i clip

Nel mondo sono già 1,5 miliardi gli utenti che utilizzano l’app cinese nata sulle ceneri di Musical.ly, che permetteva, come un moderno Karaoke, di cantare sui principali brani musicali.

Il celebre social Musical.ly (da cui è nato TikTok), e Bubmash hanno goduto dello stesso interesse, Tik Tok ne prende utenti e spunti, aggiungendo molte funzionalità come:

  • Effetti speciali
  • Possibilità di realizzare dei musical
  • Recitare e ballare
  • Il duetto
  • le challenge (le sfide)

Il successo di Tik Tok si basa su brevi filmati che girano in sequenza uno dietro l’altro.

Dopo aver scaricato l’App dagli store per Android o iOS ed esserci registrati, nella homepage troviamo i filmati di tendenza degli ultimi giorni. I filmati possono essere fatti scorrere, all’infinito, semplicemente facendo scorrere, con un dito, verso l’alto, per nuovi filmati, o verso il basso per vedere i filmati precedenti.

Qualora ci sia interesse per un filmato di un utente, si potrà entrare nella bacheca di quest’ultimo, semplicemente muovendo a sinistra il dito sullo schermo. Così facendo si avrà accesso alla bacheca del Tiktoker (l’utente di Tik Tok prende questa desinenza) per visualizzarne tutti i video prodotti.

Ci sono due sezioni principali chiamate: home e discovery page.

Nella discovery page si focalizza la ricerca specifica per utente, per testo oppure per hashtag.
Si può anche navigare nelle challenge e nelle tendenze del momento.

Per provare a caricare un video basta cliccare il pulsante con il simbolo + che si trova al centro della schermata dell’applicazione di Tik Tok, ed autorizzando l’uso del microfono e della telecamera dello smartphone, potrai cominciare a produrre video.

Naturalmente, come accade in Facebook, Instagram e negli altri social, anche Tik Tok è una community virtuale ove poter seguire altre persone, chattare con loro ed esprimere giudizi, cliccando sull’icona rappresentata da un cuore per dare un voto positivo ai video prodotti.

I video preferiti potranno essere condivisi con facilità e salvati sullo smartphone.

Ogni settimana vengono proposte delle sfide, che in piattaforma vengono chiamate Tik Tok Challenge.

ll successo di Tik Tok è in gran parte derivante dal coinvolgimento che si crea con le challenge (sfide) e dal fatto che si da la possibilità ad ogni utente di esprimere la propria creatività musicale e non solo, mantenendo pieno controllo su quanto prodotto ed avendo a disposizione molte funzioni che permettono di creare filmati e clip sempre diversi e divertenti. E’ come se ogni utente avesse un proprio “canale televisivo” a disposizione over poter provare a diventare famoso.

Come funzionano le challenge?

Ogni settimana Tik Tok lancia sfide agli utenti. Le sfide possono essere anche sponsorizzate da aziende esterne alla piattaforma.

L’azienda sponsorizzante lancia la sfida agli utenti, creando un filmato con musica e balletto ed indicando l’hashtag che identificherà la challenge (più sotto ho inserito un video esempio di tik tok challenge sponsorizzata da Mc Donalds).

Il TikToker dovrà proporre un proprio filmato riproponendo le azioni e la musica della sfida.

Esistono diverse tipologie di challenge.

Tra quelle che hanno avuto maggior successo ricordo:

  • YoYo Challenge, lanciata dalla Motta produttrice della celebre merendina YoYo che ha raggiunto i 15 milioni di partecipanti
  • Italia’s Got Talent challenge che chiedeva ad aspiranti concorrenti di mostrare il proprio talento in un video di 15 secondi
  • The Climate Challenge è quella che ha riscosso maggior successo. 400 milioni di visualizzazioni per la sfida che chiedeva di mostrare la “buona azione quotidiana” a favore della salvaguardia dell’ambiente.

Chi sono i Tiktoker italiani più famosi?

Secondo i dati pubblicati da Buzoole, start up italiana che analizza i dati degli influencer sulle principali piattaforme social, questi sono gli italiani più famosi su Tik Tok:

  • Luciano Spinelli con 7.1 Milioni di seguaci Tik Tok
  • Kessy&Mely con 5.6 Milioni di seguaci Tik Tok
  • Marco Cellucci con 5.5 Milioni di seguaci Tik Tok
  • Virginia con 4.5 Milioni di seguaci Tik Tok
  • Maino con 4.4 Milioni di seguaci Tik Tok

Come spesso accade sulle piattaforme social come Tik Tok, non è il numero dei followers il parametro di maggior impatto, ma è l’engage per ogni post. Ovvero le reazioni che ai post da parte degli utenti.
Più c’è engage e più l’influencer ha valore.

Vediamo dunque come cambia la classifica italiana di Tik Tok basata sull’engage:

  • LapresaTwins con la media di 301.000 reazioni per ogni post pubblicato su Tik Tok
  • Marco Grassi con la media di 260.000 reazioni per ogni post pubblicato su Tik Tok
  • Er.gennaro con la media di 237.000 reazioni per ogni post pubblicato su Tik Tok
  • Luciano Spinelli con la media di 180.000 reazioni per ogni post pubblicato su Tik Tok
  • Ottavia De Vivo con la media di 170.000 reazioni per ogni post pubblicato su Tik Tok

per i dati completi, ti consiglio di monitorare l’osservatorio di Buzzole.

Come si monetizza su Tik Tok?

Come qualsiasi social network, anche su TikTok ci sono le inserzioni pubblicitarie. La novità su questa piattafoma social è rappresentata proprio dalle challenge.

Su Tik Tok è possibile lanciare delle campagne pubblicitarie basandosi su alcune opzioni selezionabili come l’età, il genere, la posizione geografica, il tipo di sistema operativo utilizzato e la connessione.

A breve, l’Intelligenza Artificiale che gestisce il funzionamento e la comprensione dei Big Data di Tik Tok, sarà in grado di riconoscere il contenuto del video, calcolare il livello di interesse degli utenti e fornire informazioni efficaci al fine di implementare una campagna di social media marketing attentamente costruita sugli interessi e sull’engagement.

Ci sono alcuni dati che sorprendono e devono essere oggetto di valutazioni attente da parte dei marketer.

Chi possiede quest’app la apre ben 43 volte al giorno contro le 16 volte di chi possiede Twitter ad esempio. Sebbene il target sia principalmente l’adolescente, stanno crescendo, sempre di più gli adulti che già oggi rappresentano oltre il 15% degli utenti. 

Rispetto ad altri social video sembra che ci sia una tendenza a coinvolgere altre fasce di età, ciò è dovuto al fatto che probabilmente, la piattaforma, venga vissuta dai suoi utenti come una sorta di mini tv sempre divertente e interessante.

Tik Tok Marketing, un fenomeno da cavalcare

Per imprese e consulenti di web marketing, Tik tok è un nuovo canale da presidiare è un’opportunità fantastica, rappresenta un po’ quella vetta inviolata da scalare da cui ottenere grandi soddisfazioni.

Considerato che il successo di Tik Tok non accenna a fermarsi è il caso di iniziare a farci qualche domanda, sul suo utilizzo, lato marketing e delle opportunità connesse.

tiktok global user spending by month 1024x678
Spesa degli utenti su Tik Tok

Alla data di Ottobre 2019, Tik Tok ha generato 115,3 Milioni di dollari di introiti, provenienti dalla spesa degli utenti che corrispondono al 65,9% delle entrate lorde totali della piattaforma.

Come si può vedere dal grafico, la spesa degli utenti in pubblicità su Tik Tok è aumentata in modo esponenziale, passando dai 4,3 milioni di dollari del Novembre 2018 ai 18,2 milioni di dollari di soli 11 mesi dopo, un incremento del 423% a dimostrazione che molti utenti stanno investendo su questa piattaforma.

Tik Tok per le aziende: funziona?

La forza che risiede nei contenuti video ha un potenziale enorme, lo dimostra il visual storytelling, uno tra i trend in crescita di questo 2020: un mezzo come pochi capace di creare legami coinvolgendo il proprio target.

Sono in tanti che si chiedono se Tik Tok sia utile per sponsorizzare il proprio brand. Eri a conoscenza che tra i primi a sperimentare l’uso di questo social media, come potenziale mezzo per fare marketing, c’è anche una nota catena di fast food? In Malaysia quest’app già nel 2018 era virale, fu così che McDonald ne approfittò per lanciare una sfida di ballo.

In Italia ancora non sono disponibili molti casi studio di campagne lanciate dalle aziende tramite l’uso di Tik Tok, ma ciò non toglie che questo nuovo canale non abbia delle potenzialità.

La community attorno a questo social ama le sfide, le challenge, che vengono seguite ed accolte di buon grado. Puoi segnalarle tramite l’uso di una vecchia conoscenza: gli hashtag.
Il pubblico di Tik Tok, a differenza di altri canali come Facebook o Instagram, è per il disimpegno, ama il divertimento e la leggerezza: preferisce dire no alle discussioni dai toni troppo accesi.

Come azienda potresti creare il tuo account su questo canale in pochi minuti e procedere subito con il realizzare contenuti visuali accattivanti, da sponsorizzare direttamente tramite Tik Tok.

So cosa stai pensando, il mio marchio è davvero adatto a questo pubblico?
I brand che potrebbero trarre benefici da questo social media network sono quelli in grado di sfruttare i video con contenuti in linea con:

  • una fascia di età tra i 13 – 25 anni;
  • settore moda, food, gaming, cosmetica, e simili.

Tik Tok è un mix di tanti canali e social media che siamo abituati ad utilizzare, o di cui siamo spettatori passivi, con quel tocco in più che piace alla Generation Z.

Sta avendo una crescita, in termini numerici impressionante.

Rispetto i suoi competitor, social media del calibro di Instagram, Snapchat o Facebook, risulta ancora non del tutto maturo, soprattutto per quelli che sono gli strumenti di marketing.

Però, se il tuo obiettivo è creare engagement ed il tuo potenziale pubblico è in linea con questo strumento, è il caso di dare provare questo network.  Ti sorprenderà in termini di risultato!
Contattami per consulenze di marketing su Tik Tok.

Sommario
Tik Tok: cos’è e perché è importante usarlo in azienda
Titolo
Tik Tok: cos’è e perché è importante usarlo in azienda
Descrizione
Per imprese e consulenti di web marketing, Tik tok è un nuovo canale da presidiare è un’opportunità fantastica, rappresenta un po' quella vetta inviolata da scalare da cui ottenere grandi soddisfazioni.
Autore
Nome
Max Valle
Logo
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest

Lascia un commento

Max Valle

Vuoi far crescere la tua attività on line
e trovare nuovi clienti?

25 anni di esperienza a tua disposizione, per una crescita seria, produttiva e nel pieno rispetto delle norme.

Torna su