CPM

thumb|upright=1.4|Diagramma Reticolare di tipo AOA (Activity on Arrow) per un progetto di sette mesi con cinque tappe (da 10 a 50) e sei attività (da A a F). Il PERT (Project Evaluation and Review Technique) e il CPM (Critical Path Method) sono i due principali strumenti di Project Management volti alla programmazione delle attività che compongono il progetto e, più in generale, alla gestione degli aspetti temporali di quest’ultimo. Molto spesso questi due strumenti, completamente distinti fra loro, sono considerati erroneamente insieme. Il PERT (detta anche Stima-a-Tre-Valori o Three-Point-Estimation) è un metodo statistico di determinazione dei tempi delle attività di progetto (ma può essere applicato anche ai costi). Rispetto alla semplice stima a valore singolo, il metodo presuppone la determinazione di valori di stima ottimale, probabile e pessimistico che risultano più adeguati a valutare tempi&costi di attività di progetto che presentano incertezza o complessità. Il CPM è un metodo per la determinazione della durata minima di un progetto individuando le attività critiche che lo caratterizzano (la sequenza delle attività critiche, dal punto d’inizio al punto di fine del progetto, determinano appunto il percorso-critico). Nell’analisi del percorso-critico risulta comoda una rappresentazione delle attività di progetto in forma grafica (Diagramma Reticolare o Network Diagram) dove vengono rappresentati i vincoli di precedenza fra le attività stesse (determinati preventivamente con la tecnica PDM).

Torna su